FAQ

Questa sezione fornisce le risposte alle domande più frequenti sulla vaccinazione contro l’odore di verro.

D. Il vaccino contro l’odore di verro è un ormone?
R. No, il vaccino è una soluzione sicura e altamente efficace, che agisce come un qualsiasi altro vaccino classico, sfruttando il sistema immunitario dell'animale per controllare l'odore di verro. Esso è prodotto sulla base di una proteina che si trova naturalmente nei suini. Non è un ormone né una sostanza chimica, e non contiene organismi geneticamente modificati (OGM) o microrganismi.

D. Il vaccino è disponibile nel mio paese?
R. Oggigiorno il vaccino è disponibile in molti paesi, e sarà presto commercializzato in molte altre nazioni.

D. Il vaccino è un promotore di crescita?
R. No, molto semplicemente il vaccino consente ai maschi interi di sviluppare tutto il loro naturale potenziale di crescita, riducendo il fabbisogno di alimento per raggiungere lo stesso peso dei suini castrati fisicamente.

D. L'uso del vaccino comporta degli svantaggi?
R. No, il vaccino è sicuro, estremamente efficace e facile da usare; la vaccinazione costituisce un approccio per il controllo dell'odore di verro che salvaguarda il benessere animale e tutela l'ambiente.

D. Di regola le iniezioni sono praticate dall'allevatore o dal veterinario?
R. Il vaccino contro l’odore di verro deve essere prescritto da un veterinario. L'esperienza in allevamento ha dimostrato che il vaccino può essere somministrato in tutta sicurezza da veterinari o da personale di allevamento appositamente addestrato, seguendo i protocolli di sicurezza e utilizzando l'iniettore raccomandato (dotato di moderni dispositivi di sicurezza).

D. Che cosa accade in caso di autoiniezione?
R. L'esperienza sul campo indica che il rischio di autoiniezione è molto ridotto. Sebbene non siano stati condotti studi direttamente nell'uomo, le ampie sperimentazioni sugli animali e le conoscenze scientifiche su questo tipo di prodotto suggeriscono che un'autoiniezione accidentale potrebbe produrre nell'uomo effetti simili a quelli osservati nei suini. Questi possono comprendere una riduzione temporanea del livello di ormoni sessuali e della funzionalità sessuale (sia nell'uomo sia nella donna), nonché effetti indesiderati sulla gravidanza. Il rischio di questi effetti potrebbe essere più pronunciato dopo una seconda o più autoiniezioni accidentali successive. Il foglietto illustrativo e il sommario delle caratteristiche del prodotto informano che dopo un'autoiniezione accidentale ci si deve rivolgere immediatamente a un medico e non si deve più usare il prodotto.

D. L'utilizzo del vaccino è sicuro?
R. Negli ultimi 10 anni sono state somministrate in modo sicuro milioni di dosi di vaccino ad opera di personale di allevamento appositamente addestrato. Inoltre, si potranno frequentare corsi pratici per allevatori. L'osservanza dei protocolli di sicurezza e l'utilizzo di un iniettore appropriato (dotato di moderni dispositivi di sicurezza) riduce la probabilità di un'autoiniezione accidentale.

D. Ho letto di normative che proibirebbero la castrazione senza anestesia. È una questione importante?
R. Alcuni paesi stanno elaborando normative per la proibizione della castrazione fisica dei suinetti senza utilizzo di anestesia. Si tratta di una questione importante per la produzione suinicola, poiché costringe a valutare opzioni alternative alle pratiche di castrazione tradizionali. Per fortuna, sono attualmente disponibili soluzioni alternative quali la vaccinazione.

D. Il vaccino lascia residui nelle carni?
R. La carne suina proveniente da maschi vaccinati è assolutamente sicura per l’alimentazione umana. Analogamente alla maggior parte dei vaccini, il vaccino contro l’odore di verro non lascia nelle carni alcuna traccia di sostanze che possano compromettere la salute dell’uomo. Il vaccino non è un ormone né una sostanza chimica, e non contiene organismi geneticamente modificati (OGM) o microrganismi.

D. Le iniezioni di vaccino sono sicure per i suini?
R. La vaccinazione è un’alternativa alla castrazione fisica che salvaguarda il benessere degli animali, eliminando le complicazioni associate alla castrazione fisica quali le infezioni e la mortalità. La somministrazione del vaccino a milioni di suini per più di 10 anni si è dimostrata sicura.

D. Esiste un rischio di contaminazione ambientale correlato all'eliminazione delle carcasse e delle deiezioni di animali vaccinati?
R. No, la vaccinazione contro l'odore di verro contribuisce a ridurre l'impatto ambientale della produzione suinicola e concorre alla sostenibilità dell'allevamento suino. Dal momento che per raggiungere il peso commerciale i suini vaccinati richiedono meno mangime, essi producono una quantità totale di deiezioni inferiore di circa il 10% rispetto a quella di suini castrati fisicamente. Oltre a ciò, il vaccino non contiene sostanze chimiche o microrganismi che possano costituire un rischio per l'ambiente.

 

Glossario



Bibliografia

#